Dolce Ambrosia una delizia brasiliana

2023-06-27
  • Porzioni: 8
  • Pronto in: 2:00 h
Voto medio dei membri

forkforkforkforkfork (5 / 5)

5 5 3
Valuta questa ricetta

fork fork fork fork fork

3 La gente ha valutato questa ricetta

Ricette correlate:
  • Carolinas – Bignè senza glutine

  • Pane di miele senza glutine

    Pao de Mel – Pane di Miele senza glutine

  • Pave semplice

    Pave semplice

  • Pamonha dolce di Mais

    Pamonha dolce di Mais

  • Mouse al Maracuja (Frutto della Passione) consigliato per l'estate. Un dessert ottimo per il periodo estivo ma non solo,

    Mouse al Maracuja (Frutto della Passione)

Dolce Ambrosia uno dei dolci tipici della cucina del Minas Gerais, un dolce leggero e gustoso che accompagna vari momenti della giornata. La ricetta di ricettebrasiliane.it, produce otto porzioni ed è pronta in 120 minuti.

Youtube Ricette Brasiliane

Vedi altre ricette

  • Porzioni: 8
  • Pronto in: 120 min.

Ingredienti

  • 1 litro di latte
  • 6 uova
  • 510 grammi di Zucchero
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • Chiodi di garofano e corteccia di cannella

Metodo

Passo 1

Sbattere le uova in un frullatore per 2 minuti.

Passo 2

Aggiungere il latte e sbattere ancora un po' mettere il composto in un pentolino, aggiungere lo zucchero e mescolare finché non si scioglie bene.

Passo 3

Aggiungere i chiodi di garofano e la cannella, non mescolare ulteriormente.

Passo 4

Versare il succo di limone e cuocere a fuoco basso senza mescolare fino a quando non si formano dei grumi.

Passo 5

Sarà pronto quando sarà dorato (circa 2 ore) a fuoco molto basso.

Storia e mitologia

La mitologia greca nutriva i suoi dei irascibili e gli improbabili eroi con uno dei cibi più deliziosi che siano mai esistiti. Non si sa con certezza se fosse dolce o salato.

Anche la trama è sconosciuta. Almeno per i greci, l’ambrosia, conosciuta come il “cibo degli dei”, è l’epitome di un pasto, a maggior ragione se abbinata al nettare, la bevanda divina. Riservata solo sull’Olimpo, l’ambrosia aveva anche il potere di garantire l’immortalità ai poveri mortali che avevano la fortuna di viverla.

È molto probabile che l’usanza di accompagnare un piatto delizioso con un “viene dagli dei” sia stata ispirata da questo mito greco.

Qui sulla Terra, la nostra ambrosia è una ricetta di dolce semplice, a base di latte, uova e zucchero, dalla consistenza unica, piena di grumi. Pur non avendo poteri magici, garantisce buoni momenti di felicità a chi lo mangia.

L’origine del dolce è iberica. “Fin dal Medioevo, i dolci portoghesi si basano su due ingredienti: uova e zucchero. Questa è la base di centinaia di ricette conventuali.

Dolce Ambrosia

è nata in questo contesto e anche dalla necessità di sfruttare tutto: latte, uova, chiodi di garofano e cannella”, afferma l’antropologo Raul Lody autore del Vocabolario dello Zucchero (ed. Senac) e organizzatore del Dizionario dei dolci brasiliani del Dr. Antonio, del Dr. Antonio José de Souza Rego (ed. Senac), una ricetta del XIX secolo.

La ragione dell’emergere di un vasto repertorio di dolci fatti con due soli ingredienti può essere spiegata dalla grande offerta di uova in Portogallo. Nel XVIII e XIX secolo il paese era uno dei maggiori produttori di uova d’Europa, i cui bianchi venivano utilizzati per chiarificare i vini e per stirare i panni.

L’abbondanza di zucchero ha origine nell’industria portoghese nelle Americhe fin dal XV secolo: “Il cibo, e l’ambrosia ne è un esempio, è un testo visivo che può essere letto come un ritaglio storico economico e sociale di un tempo”, dice Lody.

Ben presente nel Minas Gerais, la ricetta dell’ambrosia varia a seconda della regione. Secondo lo chef Elzinha Nunes, del ristorante Dona Lucinha, a San Paolo, ci sono ancora due varianti: aspetta-marito, più cremoso, senza i caratteristici pezzi di ambrosia, e aspetta-moglie, che nella preparazione prende un po’ di succo d’arancia .

Una curiosità: nel sud degli Stati Uniti esiste un’altra versione dell’ambrosia completamente diversa dalla nostra: è un tipo di macedonia, arricchita con scaglie di cocco, noci, marasche, marshmallow o panna montata.

A Dona Lucinha c’è sempre l’ambrosia, ovviamente alla maniera del Minas Gerais. “La nostra ambrosia è fatta in una pentola di rame, con latte intero intero e uova ruspanti per renderla più deliziosa”, dice Elzinha Nunes. In questa edizione condivide la ricetta dell’ambrosia così come viene preparata a Serro, la sua città natale, nel Minas Gerais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La dimensione massima del file di caricamento: 2 MB. Puoi caricare: Trascina il file qui

it_ITIT